Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Vita di Anna Frank

Vita di Anna Frank (12 giugno 1929 - 31 marzo 1945), ragazza ebrea tedesca morta nel campo di concentramento di Bergen-Belsen e divenuta uno dei simboli dell'Olocausto.

La preziosa testimonianza di un’amica d’infanzia ci illumina sulle abitudini e sulle attitudini di Anna prima che le leggi razziali sconvolgessero totalmente la sua vita di adolescente intelligente e vivace. Scopriamo la sua avversione per la matematica e la sua predilezione per le materie letterarie, le sue inquietudini adolescenziali, i rapporti conflittuali con i familiari, l’amore, che Anna conosce per la prima volta proprio nel 1942, lo stesso anno in cui arriva la convocazione, da parte delle autorità naziste, della sorella Margot. Da quel momento, la famiglia Frank, appartenente alla media borghesia ebraica, si rifugia in un nascondiglio nel cuore di Amsterdam, dove rimarrà per due anni interi. È la clausura forzata raccontata nel celebre diario, che inizia il 12 giugno 1942, giorno del tredicesimo compleanno dell’autrice, e termina il 1° agosto 1944, tre giorni prima dell’arresto.
Il 4 agosto 1944 la Gestapo fa irruzione nell’alloggio segreto, arrestando tutti i rifugiati. Anna morirà di tifo a Bergen Belsen nel marzo del 1945, tre settimane prima che le truppe alleate inglesi liberassero il campo di prigionia.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo