Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Pinocchi di trincea. Il corpo ferito della grande guerra

La Grande Guerra: un momento drammatico e di profonda lacerazione per l’Italia e l’Europa, una guerra in cui milioni di giovani persero la vita o rimasero dispersi. Un conflitto di trincea e di posizione che rendeva la testa del soldato vulnerabile alle pallottole e ai bombardamenti dell’artiglieria, con ferite devastanti. Ed è proprio l’esperienza fisica della guerra e del corpo ferito, violato, offeso, mutilato quella raccontata da “Pinocchi di trincea. Il corpo ferito della grande guerra”, il documentario di Francesco Conversano e Nenè Grignaffini, in onda su Rai Storia.
Una storia nella quale non manca il racconto degli effetti che i corpi dei reduci invalidi produssero nella vita sociale dei parenti e delle famiglie. Famiglie che a casa dovettero accogliere e inserire nuovamente nella società i propri figli, che da quel momento non avrebbero potuto più vivere una vita normale.
Il documentario propone anche testimonianze, immagini di repertorio e fotografiche,  memorie e  materiali degli archivi, insieme ai contributi di esperti e di storici, per aiutare a riflettere sul tema del corpo durante e dopo la Grande Guerra.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo