Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

NAZISMO: I PROCESSI DELL`EUTANASIA, KARL WOLFF E AUSCHWITZ. IN GERMANIA DOPO LA GUERRA

“Ogni campo di concentramento dà luogo ad un processo nuovo” dice in questo filmato del 1965 il procuratore generale Franz Bauer. E infatti i processi istituiti contro i nazisti, a partire dal 1945, furono numerosi. Nell’estate del 1963, a vent’anni circa dai processi di Norimberga, si inaugurò ad Edimburgo il processo detto “dell’eutanasia” dal nome del progetto nazista, teso all’eliminazione di individui afflitti da problemi psichici e fisici di varia natura, la cui direzione era stata affidata da Hitler allo psichiatra Werner Heyde. Heyde si suicidò in carcere pochi giorni prima di affrontare il processo. L’audiovisivo documenta altri dibattimenti: il processo contro undici ufficiali SS del campo di Treblinka (Polonia), le vicende giudiziarie di Karl Wolff, primo generale delle SS, il processo apertosi a Francoforte il 20 dicembre 1963 contro ventidue aguzzini del campo di concentramento di Auschwitz. Nella Germania dell’epoca, pur a distanza di anni dalla fine del nazismo, continuare a giudicare quel doloroso passato era un’esigenza forte e diffusa, anche se, è l’amaro commento del filosofo Theodor W. Adorno, il fattore tempo può agire negativamente, attutendo la forza dei ricordi e delle testimonianze.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo