Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

L`eccidio di Limmari

 

Nel bosco di Limmari, una frazione in provincia de L’Aquila, i nazisti uccidono 128 persone. Per decenni la storia della seconda guerra mondiale si e’ raccontata attraverso le grandi battaglie. Ci si è però resi conto che le vere vittime non sono stati i combattenti ma i civili, vittime nei bombardamenti, dei campi di concentramento, delle stragi e delle rappresaglie.  Si calcola che 15 mila siano gli italiani civili morti  nelle stragi compiute soprattutto dai nazisti. Dopo la fine della guerra, queste vicende sono state dimenticate. In nome della ragion di stato si e’ deciso di non perseguire i colpevoli . Da 15 anni invece la storiografia ha deciso di occuparsene, sono emersi  nuovi materiali e si e’ ricostruita la mappa completa delle stragi raggiungendo anche una verità giudiziaria . Ma ancora più della verità giudiziaria ciò che conta  e’ la verità storica. Per quali ragioni si sono commesse queste stragi? Per quale ideologia? Per quale ragione militare o politica? L’importante è capire perchè capire  e’ il modo migliore per non dimenticare mai.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo