Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

La crisi della Baia dei Porci

Millecinquecento esuli cubani anticastristi, appoggiati dagli Stati Uniti, approdano sulla spiaggia di Giron, nella Baia dei Porci, nel tentativo di invadere l’isola e rovesciare il regime di Fidel Castro, con il quale, dal gennaio 1961, gli Stati Uniti hanno interrotto le relazioni diplomatiche. Gli esuli cubani in America sono stati addestrati dalla CIA in vista di questa operazione, approvata dal presidente Kennedy, seppur in versione ridotta rispetto ai piani originali. L’invasione viene respinta dall’esercito cubano e il fallimento dell’operazione creerà seri imbarazzi all’amministrazione Kennedy.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo