Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

La battaglia di Stalingrado

Combattuta dall'esercito del Terzo Reich contro l'Armata rossa sovietica, la battaglia di Stalingrado è stata una delle più cruente dell'intera Seconda guerra mondiale, una delle più lunghe e certamente tra quelle decisive per le sorti dell'intero conflitto. Lo racconta il professor Alessandro Barbero con Michela Ponzani a “Il Tempo e la Storia”, il programma di Rai Cultura in onda martedì 2 maggio alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. La battaglia inizia nell'estate del 1942, a distanza di più di un anno dall'invasione dell'Unione sovietica da parte tedesca, con l'inizio dell'Operazione Barbarossa che aveva consentito alle truppe di Hitler di conquistare in pochi mesi quasi tutta la Russia europea.

Nell'arco di circa sei mesi Stalingrado viene assediata dai tedeschi, che riescono a conquistarla quasi del tutto. Ma la città resiste, grazie alla strenua difesa dei militari e della popolazione russa, che combatte casa per casa, strada per strada. Fino alla controffensiva dell'Armata rossa, che intrappola i tedeschi dentro la città e li sconfigge all'inizio del 1943.

LIBRO: AaVv, Ultime lettere da Stalingrado, Einaudi, 1971.
LUOGO: La fontana dei bambini nella piazza della stazione di Volgograd

FILM: Il nemico alle porte, di Jean-Jacques Annaud, 2001

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo