Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Gli Abbozzi musicali di Giuseppe Verdi

 Gli Abbozzi musicali di Giuseppe Verdi

E' stato uno dei più grandi compositori di tutti i tempi. Le sue opere sono tuttora tra le più rappresentate nei teatri di tutto il mondo. Ha messo in musica l'Italia del Risorgimento. E' Giuseppe Verdi.

Ora i suoi appunti e abbozzi musicali saranno consultabili da musicologi e studiosi di tutto il mondo, grazie al progetto appena presentato di catalogazione e digitalizzazione degli Abbozzi musicali Verdiani.

Il patrimonio documentario e librario di Giuseppe Verdi conservato a “Villa Verdi”, a Sant’Agata di Villanova sull’Arda (Piacenza) è costituito da libri, corrispondenza, appunti, partiture, abbozzi e schizzi, frutto dell’attività creativa di uno dei compositori più importanti di tutti i tempi, genio indiscusso ed emblema della cultura musicale italiana e dell'opera lirica nel mondo intero.
 
Il nucleo documentario più rilevante del patrimonio è costituito dagli Abbozzi musicali, la cui straordinaria importanza per la comunità scientifica è legata all’imprescindibile necessità di poter consultare le fonti primarie in modo da conoscere a fondo il processo compositivo verdiano. La descrizione analitica degli Abbozzi, la cui consultazione non è stata fino ad oggi possibile, consentirà di approfondire le complesse questioni inerenti il dettato poetico e musicale, i libretti, le indicazioni sceniche, oltre ai rapporti con interpreti, impresari, editori, librettisti, copisti, autorità censorie, compositori coevi. Si tratta di circa 2700 fogli.

Le difficoltà di consultazione di tali materiali presso Villa Verdi hanno indotto la Direzione generale archivi del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) e la Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Emilia Romagna a intervenire, dando il via a un progetto di ricognizione, verifica, descrizione analitica, digitalizzazione e metadatazione, secondo criteri corretti e aggiornati, degli Abbozzi musicali verdiani, al fine di garantirne l’ottimale conservazione e la pubblica fruizione, che verrà assicurata dall'Archivio di Stato di Parma. Referente tecnico-scientifico di questo progetto sarà l’Istituto nazionale di studi verdiani.

Si tratta di un progetto di portata storica, da tempo atteso dagli studiosi e dagli appassionati di lirica di tutto il mondo, in quanto renderà finalmente possibile approfondire in maniera completa la conoscenza della scrittura verdiana.
 

 

Tags

Condividi questo articolo