Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

Farnesina tra arte e architettura

La Farnesina, un palazzo di circa 720.000 metri cubi e sede del Ministero degli Affari Esteri, è stata definita il più grande palazzo italiano dopo la Reggia di Caserta. La costruzione del Palazzo della Farnesina ha una storia più che ventennale di ripensamenti, aggiustamenti e compromessi. Progettato negli anni ’30 come imponente sede di rappresentanza del partito nazionale fascista, nel 1940 mentre il cantiere è in piena attività, il Direttorio del Partito rinuncia alla sede prestigiosa e l’edificio viene destinato ad accogliere gli uffici del Ministero degli Affari Esteri. Al palazzo della Farnesina è dedicato il documentario “La Farnesina tra arte e cultura” di Maura Calefati, regia Federico Cataldi con la collaborazione di Vincenzo Reale, in onda su Rai Storia per “Italia. Viaggio nella bellezza”.

Lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale  ferma  i lavori del  palazzo e solo alla fine del 1959 la nuova sede del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale  viene inaugurata. Nelle 1.300 stanze dell’edificio si insediano ben 7.000 persone, sono 6,5 km di corridoi, 7 sale di esposizione d’arte, 20 sale riunioni, 1 sala conferenze internazionali, il grande palazzo è una vera sede di rappresentanza ed è stato arricchito al suo interno con splendide opere d’arte. Dal 2000 poi, prende il via la collezione d’arte della Farnesina che, come vetrina culturale del nostro paese, ospita importanti opere d’arte contemporanea. All’interno del palazzo l’archivio Farnesina dove sono custoditi i documenti della storia della diplomazia italiana dall’unità d’Italia a oggi e una ricca biblioteca che conserva preziose e uniche pubblicazioni.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo