Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Dalla "Spagnola" l`incubo della pandemia

- Si registra il primo caso di influenza spagnola, la più grave forma di pandemia della storia dell'umanità.
Per la generazione dei miei genitori la Spagnola e’ stata un dramma, una paura continua, un ricordo angoscioso, credo che quel segnale quel codice genetico della paura della pandemia sia rimasto. E’ rimasto nei miei genitori, nella mia generazione e anche in quella dei miei figli. E quando all’orizzonte compare una malattia che sia in qualche modo epidemica ritorna quella paura, ritorna la paura della pandemia. Cioe’ di una epidemia che colpisce tutti, in tutti i posti del mondo, che distrugge centinaia di migliaia di vite. Poi non e’cosi’, perche’ poi alla fine lo abbiamo visto anche recentemente, o la pandemia non e’ esistita o e’ stata estremamente leggera. Questo ci deve far pensare perche’ probabilmente aveva ragione Young quando diceva che le malattie sono i nuovi dei del mondo moderno. Sono coloro che sostituiscono la dimensione del fato, la dimensione del destino oscuro, la dimensione del pericolo imminente della propria vita. Quindi ce la porteremo sempre con noi la Spagnola, non la chiameremo cosi’, ma ogni pandemia e’ un segno del cielo, un segno del fato e’ la malattia che diventa divinita’. Non e’ una bella cosa ma nelle societa’ moderne puo’ accadere.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo