Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Costellazione `68: Luigi Meroni

Luigi Meroni nasce il 24 febbraio 1943 a Como, dove nel campetto dell’oratorio di San Bartolomeo inizia la sua carriera calcistica. Nel 1962, a soli diciannove anni, entra nel Genoa. Due anni dopo passerà al Torino.
Per la sua vena creativa e per il suo anticonformismo, fu simbolo del calciatore-artista, l`artista del gol impossibile, dei dribbling disegnati su tela dalla mano di un genio. Fu il giocatore più atterrato in area di rigore dai terzini innervositi dalle sue finte ubriacanti, ma anche quello che faceva segnare tanto i compagni. Fu l’autore fantasioso di invenzioni imprevedibili e spettacolari.
La sua è insieme la storia di un campione e di una generazione. Meroni ascolta i Beatles e la musica jazz, dipinge quadri, legge libri e scrive poesie. Convive nella "mansarda di Piazza Vittorio" insieme all’amata e bella Cristiana, una donna che fece gridare allo scandalo i benpensanti, in quanto già sposata.
Il 15 ottobre 1967 “Gigi” muore investito da un’auto guidata, per un crudele scherzo del destino, da uno dei suoi tifosi più appassionati. Aveva ventiquattro anni.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo