Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Bonapartismo: l`arte di sedurre i popoli

Il 9 novembre del 1799 Napoleone Bonaparte dà vita con un colpo di Stato a un governo autoritario fondato sulla dittatura personale. 

Qualche decennio dopo, il 2 dicembre 1851, suo nipote, Napoleone III con un nuovo colpo di Stato spazza via la Seconda Repubblica e inaugura il II Impero

All’evento, il filosofo Karl Marx dedica nel 1852 un saggio: Il 18 brumaio di Luigi Bonaparte, e la nascita di una nuova categoria politica: il bonapartismo. 

Quali sono gli elementi specifici del bonapartismo

Somiglia ad altre esperienze come il Cesarismo e in che rapporto è con le forme totalitarie del XX secolo, fascismo, nazismo e stalinismo? 

Emilio Gentile evidenzia come il suffragio universale sia uno strumento della sovranità popolare per  eleggere i governanti ma non sempre la maggioranza sceglie la libertà, come dimostrano i plebisciti che, in due differenti epoche dell'Ottocento, approvarono i regimi autoritari di Napoleone Bonaparte e di suo nipote Napoleone III. 

Da allora il bonapartismo è divenuto un concetto per definire le dittature instaurate in nome del popolo e fondate sui miti del capo e della grandezza nazionale.

 

Il tempo e la storia Bonapartismo: l'arte di sedurre i popoli
di Roberto Fagiolo
con il prof. Emilio Gentile

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo