Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 
 Muro Basso

Muro Basso

La vita di tre spazi confiscati alle mafie restituiti alla collettività.

Siamo i figli di una cultura dell'antimafia degli eroi.” Così si scaglia Michele Gagliardo, da un ufficio di Torino. E invece si parla di futuro. Di una generazione che lavora sui beni confiscati alle mafie. Spazi nei quali diventa cruciale l'intervento attivo della comunità.

Spazi che sono contrapposti ad un ambiente obbligatorio e antisociale come può essere uno zoo safari. Questo parco tematico per noi racchiude così l'Italia intera: un museo a cielo aperto in balia di scarsa partecipazione e assenza di consapevolezza collettiva.

Percorrendo un’Italia fatta da isole, in cui prende corpo e cresce l'impegno delle generazioni nuove, ci sembra di vedere un piccolo Rinascimento, di essere testimoni di una rivoluzione lenta. Qualcuno in Francia la chiama Decroissance (Decrescita).

Altri in America la definiscono the Age of Access (Era dell'Accesso). Per noi è la seconda generazione del senso civico. Arriva il momento in cui diventa importante concentrarsi proprio sull'educazione alla cittadinanza.