Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

Mare nostrum. Trieste.

Città dai mille volti, qui si incontrano l'Europa centrale e il sud del mondo, la Mitteleuropa e il Mediterraneo,  il Carso e il mare. È Trieste la protagonista del nuovo appuntamento con “Mare Nostrum”, in onda lunedì 1 maggio alle 21.10 su Rai Storia. Oggi la città e il mare si fondono e si uniscono, l'acqua si insinua verso i palazzi attraverso il Canal Grande, la città si spinge nel mare lungo il molo audace e Piazza Unità d'Italia è un quadrato perfetto a cui manca un lato, e quel lato è la sua porta verso l'Adriatico. Ma non è sempre stato così.

Per secoli Trieste, schiacciata dalla potenza della Repubblica Veneziana, è stata una minuscola città arroccata su un colle e racchiusa da alte mura; una città senza un porto, senza un mare. Si può dire che il legame di Trieste con il mare ha una data di nascita ben precisa, il 1719; quando l'imperatore Carlo VI d'Asburgo, crea il Porto Franco di Trieste. Da quel momento in poi Trieste si svilupperà vertiginosamente proprio come primo sbocco al mare dell'Impero austriaco. E questa crescita si interromperà solo con la fine della Prima Guerra Mondiale, quando diventata italiana, Trieste smette di essere il più importante porto dell'impero austriaco. Oggi Trieste è una città in crisi, con la necessità di reinventarsi e trovare un proprio ruolo in Europa e nel mondo. Sarà il mare, ancora una volta, il motore della sua rinascita?

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo