Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

LE DONNE NELL’ITALIA DEL BOOM

L’Italia del “boom economico”, gli anni in cui il benessere delle famiglie aumenta e nasce il consumismo di massa. E in cui cambiano il ruolo della donna e il mondo del lavoro. A “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda venerdì 24 novembre su Rai3 e su Rai Storia, Polo Mieli ne parla con la professoressa Silvia Salvatici.
Degli anni del boom si impennano le vendite dei prodotti per l’igiene e la cura della casa, i cosmetici e le creme di bellezza. La donna abbandona la sottoveste e reggicalze e adotta reggiseno, slip e collant. Compra pantaloni e minigonne e non esce più di casa senza ombretto, profumo e rossetto.
Per la prima volta, i mezzi di comunicazione di massa raggiungono tutti gli strati della popolazione. Cambia il modo di produrre e consumare, di sognare, e soprattutto di vivere il presente e progettare il futuro.
Iniziano le prime trasmissioni televisive della Rai. L’Italia intera viene catapultata nella modernità. Il mezzo televisivo diventa subito il simbolo di un paese in trasformazione e una finestra sul mondo su cose mai viste né immaginate fin da allora. Cresce anche il numero e la tiratura dei periodici, fra cui i popolarissimi fotoromanzi, che aprono il mondo della carta stampata a chi sapeva a malapena leggere. Alcune donne apprendono i rudimenti dell’alfabetizzazione proprio leggendo queste pubblicazioni.  
I media cominciano a prestare crescente attenzione al corpo delle donne e a nuovi modelli. Nascono i concorsi di bellezza, che attraggono con il miraggio della fama e della mobilità sociale. Il fascino esercitato sulle giovani donne da questi concorsi è enorme e alimenta i loro sogni e le loro aspirazioni.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo