Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

RESTA SEMPRE AGGIORNATO
 

IL CANALE DI SUEZ

L’idea di costruire un canale per collegare il Mediterraneo al Mar Rosso risale addirittura al 500 avanti Cristo, ma è solo nell’Ottocento che riesce a diventare realtà. Per merito soprattutto di Ferdinand de Lesseps, imprenditore ed ex diplomatico francese che mette in piedi il faraonico cantiere su progetto dell’ingegnere italiano Luigi Negrelli. Nasce il Canale di Suez. Un’opera che il professor Gilles Pécout analizza con Paolo Mieli a “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda su Rai3 e su Rai Storia.

Il canale viene aperto nel 1869 e subito dà impulso ai traffici tra l’Europa e l’Oriente, dimezzando il percorso di navigazione. Lo gestisce una società a capitale inglese e francese, le due potenze coloniali che traggono maggior profitto dall’apertura del canale. Nel 1956 il presidente Nasser decide di nazionalizzare il canale. Ne segue la crisi di Suez, che si concluderà con la definitiva uscita di scena di Francia e Inghilterra, ormai ex potenze coloniali.

Da questo momento il canale diventa oggetto di contesa tra Egitto e Israele, provocando la Guerra dei sei giorni, nel 1967, e la Guerra del Kippur, nel 1973.

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo